Le attività fondamentali del DPO
  • 0 comments

Il ruolo del DPO è davvero molto delicato poiché fa da intermediario tra il titolare ed il responsabile da una parte e dall’altra con l’Autorità Garante.

Questa è una figura professionale di alto livello che deve conoscere approfonditamente le normative del settore ed avere delle buone qualità manageriali e buona conoscenza delle nuove tecnologie.

Per svolgere le sue funzioni di consulenza il DPO deve avere competenze sia normative che organizzative. Solitamente questa figura è ricoperta da titolari del trattamento, responsabili del trattamento o liberi professionisti. Questo aspetto si concilia poco con le pubbliche amministrazioni che spesso, per carenza di fondi, si trovano in difficoltà nel nominare un DPO esterno e ripiegano su impiegati di alto rango formati per questo.

Nel settore privato alcune aziende come banche, enti sanitari o delle telecomunicazioni che hanno a che fare con i dati personali delle persone dovrebbero investire molte risorse in questo campo. Dovrebbero affidarsi a professionisti seri che si prendono in carico la gestione della privacy con un contratto di almeno 4 anni.

Una volta incaricato il DPO questo deve eseguire delle operazioni fondamentali come:

la definizione di una governance;
– la gestione degli archivi personali di dati;
– la predisposizione della policy privacy dei dati personali
– programmazione della formazione;
– gestione del rischio connesso all’Information Security;
– comunicazioni e risposte ai reclami dei privati;
– individuazione e monitoraggio delle nuove pratiche operative;
– gestione data breach.

Share Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *