Guida ai diritti del passeggero
  • 0 comments

Le desiderate e tanto attese ferie possono trasformarsi in veri e propri disastri, ma per fortuna ci sono delle garanzie e tutele per i malcapitati passeggeri.

Nella maggior parte dei casi i problemi possono derivare dai voli aerei, e proprio per questo è stata scritta, nel 2001, dall’Enac la Carta dei Diritti del Passeggero, contenente tutte le informazioni utili per tutti i viaggiatori. Il documento nel corso degli anni è stato aggiornato ed integrato, la quinta versione risale al 2005, quando sono uscite le nuove norme in materia di ritardo e di cancellazioni dei voli, mentre l’ultima versione aggiornata contiene le disposizioni europee sui diritti dei passeggeri diversamente abili, delle normative in materia di sicurezza e sorveglianza sugli operatori, del regolamento per il trasporto dei liquidi a bordo degli aeromobili.

In questo articolo elencheremo i casi più frequenti di problemi relativi ai voli.

– Volo cancellato
Se il volo è stato cancellato e l’avviso non è arrivato almeno due settimane prima della partenza, il malcapitato può richiedere il rimborso del biglietto del quale non ha usufruito e di essere riprotetto su il primo volo che gli risulta conveniente. Il passeggero in base alla durata dell’attesa avrà diritto a dei coupon per pasti e bevande, sistemazione in albergo, due chiamate o fax o e-mail.
In questi casi, la compagnia aerea può addirittura offrire una compensazione pecuniaria, calcolata in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa, la quale può variare tra i 250 ai 600 Euro.

– Ritardo prolungato dell’aereo
Accade molto frequentemente che i voli subiscano dei ritardi e nel caso che l’attesa si prolunghi avrà diritto, come detto prima nel caso della cancellazione del volo.
Se il ritardo è di almeno cinque ore, il passeggero ha la possibilità di rinunciare al volo senza dover pagare penali e di ottenere il rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata.

– Bagagli smarriti o danneggiati
Il malcapitato dovrà recarsi all’ufficio Lost and Found dove potrà compilare i moduli Pir, dove potrà specificare che il bagaglio gli venga spedito direttamente a casa.
Alternativamente qualora il bagaglio sia stato smarrito o danneggiato, il passeggero potrà pretendere alternativamente un rimborso o un risarcimento fino a 1.164 Euro.

Share Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *