Diritto privati e diritto civile: quali sono le differenze?
  • 0 comments

Il diritto privato e il diritto civile si contrappongono al diritto pubblico anche se sembrano essere molto simili. In realtà esistono dei punti di contatto ma anche delle sostanziali differenze.

Quando si parla di legge non ci si riferisce sempre alle leggi approvate dal Parlamento, ma anche alle norme in vigore del passato. Anche se il codice civile è stato emanato nel 1942 al suo interno sono contenute leggi risalenti ad n’epoca lontana.
Le leggi sono generali e astratte, non regolano ipotesi concrete, ma cercano di essere il più generiche possibili, in modo da essere applicabili anche a contesti che nel corso del tempo sono cambiati.

Quando si parla di ordinamento giuridico s’intende l’insieme delle norme emanate dallo Stato e che sono attualmente in vigore, indipendentemente dall’epoca nella quale sono state approvate. La principale ripartizione delle norme giuridiche è diritto pubblico e diritto privato.

Il diritto pubblico racchiude tutte quelle norme che regolano il funzionamento dello Stato, dei suoi organi, degli enti pubblici, amministrazioni, enti locali e rapporti tra cittadini e Stato. Il diritto pubblico comprende il diritto: amministrativo, urbanistico, degli enti locali, costituzionale, tributario e quello penale.

Il diritto privato racchiude tutte quelle norme che regolano i rapporti tra i privati cittadini oppure tra i cittadini e gli enti pubblici quando questi non esercitano il loro potere di comando, ad esempio i rapporti di lavoro e i risarcimenti danni per atti illeciti della pubblica amministrazione.

Nell’ambito del diritto privato, per comodità, si adottano molte distinzioni tra le varie branche del diritto. Tra queste le più importanti sono il diritto commerciale, che regola il commercio, le aziende e le società, il diritto del lavoro e il diritto civile.

Il diritto civile rappresenta una parte del diritto privato e regola i rapporti che si stabiliscono in materia di famiglia, proprietà di contratti e successioni ereditarie.

Se il diritto civile è esclusivamente diritto privato, il diritto privato non contiene esclusivamente il diritto civile, ma anche altri rami del diritto, come il diritto commerciale.
Gran parte del diritto privato è contenuta nel codice civile e ci sono molte norme che disciplinano i rapporti tra i cittadini che sono contenute in leggi distinte dal codice.
Si tratta delle cosiddette leggi complementari, chiamate in questo modo perché completano la disciplina del codice regolando alcune materie in esso non considerate, oppure regolano in modo più compiuto alcune questioni per le quali il codice fornisce una disciplina unica.

Share Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *